Via Capergnanica, 8/H 26013 Crema (CR)
Glaucomi
Glaucomi

Il glaucoma è una patologia correlata alla pressione dell’occhio ed è la seconda causa di cecità nei paesi industrializzati. Il glaucoma cronico semplice è la forma più comune, una malattia cronica e progressiva che colpisce il nervo ottico e che può portare, nei casi più gravi, anche a cecità.
Con il glaucoma, la pressione oculare aumenta, fino a danneggiare progressivamente il nervo ottico, fondamentale nella trasmissione di informazioni al cervello.

Il glaucoma cronico semplice, è una malattia multifattoriale, ossia con molteplici cause, alcune controllabili (aumento della pressione dell’occhio, infiammazione, traumi, cataratta) altre non controllabili (famigliarità,  riduzione del flusso ematico a livello del  nervo ottico, ipermetropia).

vv
Sintomi
Del paziente

Il glaucoma cronico semplice si manifesta con una perdita del nostro campo visivo che inizia nelle porzioni più periferiche: per questo motivo, la malattia potrebbe non essere facilmente diagnosticata all’inizio. In questa fase, il paziente non si accorge di avere una riduzione del campo visivo, ma inizia, per esempio, a urtare contro gli oggetti; la malattia poi progredisce, coinvolgendo progressivamente le porzioni centrali, con notevole compromissione dell’acuità visiva.

Inizialmente, quindi, i sintomi possono essere molto sfumati e il paziente potrebbe non accorgersi del danno e della sua progressione se non nelle fasi conclamate della malattia.

ii
Diagnosi
Clinica

La diagnosi precoce è fondamentale al fine di poter frenare il progredire della patologia. L’unico modo per poter diagnosticare i glaucomi è sottoporsi a una visita oculistica completa, con l’esame del segmento anteriore dell’occhio e del fundus oculi, in grado di valutare anche la pressione dell’occhio e lo spessore corneale (pachimetria). Nei casi sospetti, può essere determinante eseguire anche un’analisi dell’angolo iridocorneale, l’analisi della papilla ottica tramite OCT, la gonioscopia (analisi dell’angolo iridocorneale) e il campo visivo.

ll
TERAPIA E
CHIRURGIA

Il glaucoma può essere trattato, almeno inizialmente, con terapia medica farmacologica (colliri). Quando questa non fosse sufficiente a ridurre la pressione oculare o il danno del campo visivo progredisse, si può ricorrere all’intervento chirurgico o a trattamenti parachirurgici (laser).

pp
FATTORI DI RISCHIO

I soggetti più a rischio di sviluppare glaucoma e ai quali si consiglia di sottoporsi a visite oculistiche periodiche, sono soggetti con famigliarità, soggetti con uno spessore corneale ridotto (facilmente valutabile con pachimetria); ancora, soggetti con un diagnosi di alterazione della papilla ottica (tipicamente: bordo assottigliato e con una escavazione centrale accentuata e riduzione della rima) e soggetti con pregressa diagnosi di alterazioni del campo visivo. Anche una forte miopia può essere causa di glaucomi, così come la presenza di malattie sistemiche (es. diabete) o la somministrazione di terapie croniche con corticosteroidi (es. malattie reumatiche, stati infiammatori cronici e patologie oncologiche).

PERCHE’ SCEGLIERE IL CENTRO MEDICO SANTA LUCIA 

Presso il Centro Medico Santa Lucia il trattamento dei glaucomi viene eseguito con tecniche innovative che garantiscono massima precisione e minimizzazione del dolore. La professionalità e l’empatia dello staff medico e di tutto il personale permettono al paziente di vivere con serenità tutto il percorso, dalla visita iniziale ai controlli periodici al post operatorio, se previsto.

Carlo Di Carlo
Paziente

Hanno visitato le mie figlie con competenza e cortesia in una struttura che ho trovato all’ avanguardia.

Marco Parolini
Paziente

Operato agli occhi un anno fa, ho molto apprezzato la professionalità e la chiarezza nelle spiegazioni, la disponibilità a delucidazioni, i tempi di attesa minimi e soprattutto il risultato finale, ad un anno di distanza, di 12/10! Consigliatissimo!

RICHIEDI APPUNTAMENTO